Pubblicato in Numero chiuso
Il C.G.A. ha messo il suo sigillo (C.G.A., 10 maggio 2013, n. 467, Pres. De Nictolis) sullo scorrimento della graduatoria che l’Università di Messina aveva avuto l’obbligo di consentire con la sentenza di primo grado, grazie alla quale centinaia di nostri ricorrenti avevano ottenuto l'ammissione. L'Università di Messina, infatti, aveva proposto appello avverso le sentenze a noi favorevoli con cui eravamo riusciti a far ammettere i nostri ricorrenti al Corso di Laurea in Medicina nell'a.a.

Visite oggi 64

Visite Globali 2968759