Numero chiuso

Mentre alcuni universitari sono già in vacanza, mentre altri studiano per i quiz del numero chiuso di settembre, quattro giovani calabresi si sono immatricolati in questi giorni presso la facoltà di Medicina e Chirurgia di Catanzaro “Magna Graecia”. Dopo l’ennesimo rifiuto ingiustificato dell’ateneo calabrese ad assegnare i posti vacanti, riservati agli studenti non comunitari ed in particolare agli studenti provenienti dall’India, i quattro aspiranti medici presentavano ricorso innanzi al Tribunale Amministrativo Regionale per la Calabria, accolto in data 6 agosto 2012 con provvedimento d’urgenza. Il provvedimento del TAR accoglie ancora una volta le nostre tesi e ha concesso agli studenti…
L’importanza della misura cautelare per i ricorsi contro il numero chiuso deriva dal fatto che, pur consistendo in linea teorica in un provvedimento provvisorio, che consente l’iscrizione immediata, nella prassi il più delle volte non c'è niente di più definitivo di una sospensiva. Una prova di ciò è data dalla recente statuizione del T.A.R. dell'Aquila afferente l'art. 4, comma 2 bis, della L. 17 agosto 2005, n. 168. La predetta norma prevede che "conseguono ad ogni effetto l'abilitazione professionale o il titolo per il quale concorrono i candidati, in possesso dei titoli per partecipare al concorso, che abbiano superato le…
Nella tarda serata del 16 luglio 2012 è stata depositata la sentenza del TAR di Brescia con la quale si decreta la ammissione definitiva dei ricorrenti dell’Università di Brescia a tutti i corsi di laurea per l’accesso alle professioni sanitarie e si condanna l’Ateneo a circa 4.000,00 euro per spese legali.   Durante la prova si era creato un vero e proprio pandemonio a causa dei questionari non correttamente stampati loro somministrati dalla Società privata a cui l’Università di Brescia aveva appaltato il servizio. Come se non bastasse i candidati si rendevano conto che vi era una domanda con due…
Un meccanismo dominato dal caso, una lotteria: così è definita in una recente sentenza la scelta degli studenti ammessi all’Università sulla base del sistema dell’accesso programmato, ormai obsoleto. Fautore della battaglia contro queste ingiustizie e sostenitore dei numerosi studenti e delle loro famiglie in nome del rispetto del diritto allo studio è da sempre l’Avv. Michele Bonetti, il quale ha patrocinato il ricorso mediante il quale è stata sollevata apposita censura. Il sistema delle graduatorie multiple ha costituito, altresì, oggetto di contestazione, in quanto come ripetutamente denunciato dall’UDU si pone in antitesi specialmente al principio della imparzialità e della meritevolezza,…
Lunedì, 02 Luglio 2012 20:58

Ecco come saranno le prove del numero chiuso per l'a.a. 2012/2013

Scritto da Roberta Nardi
Pubblicato in Numero chiuso
In attesa della pronuncia sulla legittimità costituzionale del numero chiuso, il M.I.U.R. ha così decretato. A dare inizio all’estate rovente dei giovani aspiranti matricole delle facoltà a numero chiuso è il decreto ministeriale del 28 giugno 2012. Si partirà il 4 settembre 2012 con le prove di ammissione a Medicina e Chirurgia e Odontoiatria e Protesi Dentaria, poi si proseguirà con Architettura, con Medicina Veterinaria e si concluderà l’11 settembre con l’accesso ai corsi di laurea delle professioni sanitarie. La procedura di selezione è sempre la stessa: 80 quesiti (40 quesiti per l'argomento di cultura generale e ragionamento logico; 18…
Dopo aver vinto i trasferimenti da Atenei stranieri ad Atenei Italiani, lo Studio Legale Avvocato Michele Bonetti & Partners fa ammettere in via definitiva studenti esclusi e che richiedevano il trasferimento da altri Atenei Italiani. Un altro ostacolo al diritto allo studio e alla libera circolazione degli studenti è stato abbattuto! Si veda sentenza allegata.
L’Università di Genova, come meglio indicato nell’Ordinanza allegata, non aveva correttamente ampliato del 10% i posti. Ancora una volta il TAR del Lazio ha provveduto iscrivendo in sovrannumero i nostri ricorrenti. Si legge, infatti, nel provvedimento predetto “Considerato che i motivi di censura dedotti con i motivi aggiunti non appaiono manifestamente infondati nella parte in cui si deduce il mancato ampliamento del 10% dei posti disponibili per il Corso di laurea in medicina e chirurgia in quanto, nello specifico caso in esame, l’Ateneo resistente aveva comunque previsto nell’art.10 del Bando che i posti non coperti dagli studenti extracomunitari (nel caso…

Visite oggi 992

Visite Globali 3133328